Comunitá San Padre Pio Disclaimer

COMUNITÁ CATTOLICA ITALIANA "S.PADRE PIO DA PIETRELCINA"

 

TUTTLINGEN

 

23 SETTEMBRE

SAN PIO DA PIETRELCINA

Presbitero, dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini

(25.5.1887 - 23.9.1968)

 

 

L’ATTENZIONE AL POVERO VERIFICA LA NOSTRA FEDE

IL giudizio di Dio non è come quello del mondo. Egli stravolge la nostra mentalità e ribalta le sentenze terrene. Il ricco non può comprarsi il Paradiso se non si converte, mentre il povero Lazzaro è difeso da Dio stesso. Egli è il Padre dei più deboli, degli abbandonati, di quanti la società emargina. Questo significa che la ricchezza non è un segno della benedizione di Dio se non viene usata nell’ottica del suo Regno. Anzi, può diventare causa di rovina del futuro eterno.

Gesù con questa parabola (Vangelo) vuole mettere in evidenza anche la cecità del ricco di fronte ai bisogni di Lazzaro: semplicemente, lo ignora, non lo vede, non si accorge neppure che sta sulla sua porta. Quel povero muore nell’indifferenza e il ricco nella sua cecità. È questo il rischio della ricchezza: diventare indifferenti nei confronti di chi soffre ed è nel bisogno. È questo il senso dell’invito dell’apostolo Paolo a Timoteo, nella seconda Lettura, a fuggire dalle cose del mondo e rivolgere lo sguardo all’eternità. Anche il profeta Amos nella prima Lettura condanna l’opulenza e l’indifferenza verso i poveri e i bisognosi.

 

Vangelo Mt 11,25-30

Queste cose le hai rivelate ai piccoli.

 

Dal vangelo secondo Matteo

In quel tempo Gesù disse: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te.

Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.

Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero».

 

LITURGIA DELLA PAROLA

 

 

Prima Lettura Ger 9,22-23

La vera sapienza.

 

Dal libro del profeta Geremia

Così dice il Signore:

«Non si vanti il saggio della sua saggezza e non si vanti il forte della sua forza, non si vanti il ricco delle sue ricchezze. Ma chi vuol gloriarsi si vanti di questo, di avere senno e di conoscere me, perché io sono il Signore che agisce con misericordia, con diritto e con giustizia sulla terra; di queste cose mi compiaccio».

 

 

Salmo Responsoriale Dal Salmo 15

Sei tu, Signore, l’unico mio bene.

 

Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.

Ho detto a Dio: «Sei tu il mio Signore».

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:

nelle tue mani è la mia vita.

 

Benedico il Signore che mi ha dato consiglio;

anche di notte il mio cuore mi istruisce.

Io pongo sempre innanzi a me il Signore,

sta alla mia destra, non posso vacillare.

 

Mi indicherai il sentiero della vita,

gioia piena nella tua presenza,

dolcezza senza fine alla tua destra.

 

 

Seconda Lettura Gal 6,14-18

Porto le stigmate di Gesù nel mio corpo.

 

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Galati

Fratelli,quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo. Non è infatti la circoncisione che conta, né la non circoncisione, ma l'essere nuova creatura. E su quanti seguiranno questa norma sia pace e misericordia, come su tutto l'Israele di Dio. D'ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: difatti io porto le stigmate di Gesù nel mio corpo.

La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con il vostro spirito, fratelli. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatto

Comunità Cattolica Italiana

"San Padre Pio da Pietrelcina"

Uhlandstrasse 3 78532 Tuttlingen

Tel. (+49) 07461 96598060

Fax (+49) 07461 96598061

E-mail: sanpio-tut@freenet.de

Tel: P.Edward 07461/9661444

Orari d'ufficio:

Martedí:dalle ore 15.30 alle ore 18.30

Mercoledí:dalle ore 15.30 alle ore18.00

Giovedí:dalle ore 16,30 alle ore 18,30

Santa Messa:

ogni domenica e giorni festivi alle

ore 17,45

Bergstrasse 65, 78532 Tuttlingen

 

 

 

 

Prossime attivitá:

 

Sabato 24 settebbre:

Gita allo Zoo di Stoccarda

per i Ministranti

 

 

Domenica 25 settembre

Messa Solenne in memoria di

San Pio da Pietrelcina